Keyword a coda lunga: cosa sono e perché usarle

Keyword a coda lunga

La lunga ricerca delle parole chiave si conclude con un tesoretto di keyword da utilizzare nelle tue pagine web. Le parole chiave, però, non sono tutte uguali e sono proprio le keyword a coda lunga a darti quel vantaggio competitivo che ti serve.

Oggi scopriamo cos’hanno di speciale queste keyword e in cosa si distinguono dalle altre.

È facile cadere nell’errore di inseguire le keyword più generiche, ma una volta che avrai scoperto il potenziale delle long tail keyword, diventeranno uno degli strumenti più importanti del tuo arsenale!

Le migliori parole chiave: perché è importante trovarle

Partiamo dai fondamentali: a che servono queste benedette keyword? Le parole chiave sono quelle digitate dall’utente sui motori di ricerca, quindi ci aiutano ad intercettare le esigenze degli utenti.

L’obiettivo di chiunque abbia un sito web è quindi quello di farsi trovare attraverso delle specifiche keyword. Queste vanno prima individuate attraverso la ricerca delle parole chiave e poi inserite nel testo, ma facendo sempre attenzione alla keyword density ottimale.

Questo lavoro non è di certo privo di ostacoli, perché dobbiamo fare i conti con i nostri concorrenti, che sono interessati alle stesse parole chiave.

Se ci sono tanti siti web che aspirano a posizionarsi per delle keyword, allora queste diventano più competitive. In questi casi viene premiato chi lavora meglio con la SEO.

SEO significa ottimizzazione per i motori di ricerca e si tratta di un lavoro complesso e certosino che mira a posizionare i siti web tra i primi risultati di ricerca.

Come SEO copywriter, affronto questa sfida ogni giorno e le keyword sono il mio pane quotidiano. Se impari anche tu a trarre vantaggio dalle migliori parole chiave, sei sulla strada giusta per raggiungere la prima posizione di Google!

 

Vuoi-raggiungere-la-prima-pagina-di-Google

Keyword a coda lunga o keyword secca?

Mentre le keyword secche sono composte da una sola parola, le keyword a coda lunga si compongono di due o più parole, che vanno a specificare ulteriormente le necessità dell’utente.

Prendiamo ad esempio la keyword secca allenamento, che ogni mese viene cercata su Google migliaia di volte. Cosa sta cercando l’utente quando digita questa keyword?

Il significato della parola? Qual è il miglior allenamento? Come allenarsi da casa?

Il problema è proprio questo: si tratta di una keyword così generica, che non è possibile capire cosa vuole esattamente l’utente. Posizionarsi per una keyword così ampia, che si presta a milioni di significati, non serve a un ben niente.

Facciamo invece un esempio di keyword a coda lunga, come allenamento funzionale Milano. In questo caso non andiamo oltre le 1.000 ricerche mensili, ma è subito chiaro cosa cerca l’utente.

Se fossi il titolare di una palestra milanese, avrei più interesse a posizionarmi per la keyword più specifica, perché solo così ho la certezza che l’utente cerca proprio quello che io ho da offrire.

Meglio ricevere poche visite al sito, ma da parte di utenti in target, che ricevere molte visite da parte di persone che non sono interessate ai prodotti o servizi e abbandoneranno il sito web in un attimo.

Keyword a coda lunga o keyword secche

L’impatto della parole chiave long tail nel tuo piano SEO

Se potessimo tracciare l’identikit della parola chiave ideale, questa sarebbe molto specifica e descrittiva, proprio come le long tail.

Per trarre vantaggio dalla SEO, devi quindi chiederti per quali parole chiave ti vuoi posizionare e in questo elenco devi inserire assolutamente le parole chiave a coda lunga.

Grazie a questa strategia, otterrai meno traffico, ma di certo si tratterà di traffico di qualità. Del resto non ti serve avere tanto traffico di utenti poco interessati, giusto?

Puntare alle parole chiave più cercate è un errore molto comune che ti consiglio di evitare assolutamente.

Parole chiave long tail e short tail hanno un impatto ben diverso sul traffico che arriva sul sito web. Per farti capire bene la differenza, ti faccio un altro esempio molto semplice.

Se sono un venditore di padelle e voglio ricevere traffico verso il mio e-commerce, che utilità avrei a comparire tra i primi risultati di ricerca per la parola padelle?

La verità è che sarebbe inutile, perché magari l’utente cerca padelle in alluminio, mentre io invece vendo solo quelle antiaderenti.

Per me sarebbe più utile posizionarmi per le keyword più specifiche: padelle antiaderenti, padelle antiaderenti in Teflon, padelle antiaderenti rivestite in ceramica ecc.

Quando punto alle keyword molto specifiche, è più probabile che sul mio sito web arrivino persone interessate ai prodotti specifici che vendo. Sono proprio questi gli utenti che vogliamo attrarre, perché spesso sono anche quelli pronti ad acquistare.

I vantaggi delle long tail keyword

I punti di forza delle long tail per la SEO non finiscono qui, perché esistono altri buoni motivi per scegliere le keyword a coda lunga:

  • Meno competizione. È più facile posizionarsi per delle keyword di coda lunga rispetto alle parole chiave secche, quindi farai meno fatica per scalare la SERP.
  • Traffico di qualità. Con le long tail arriverà meno traffico, ma la qualità degli utenti sarà di certo migliore.
  • Capacità descrittiva. Grazie alle long tail aiuti Google a identificare con precisione l’argomento che tratti, così lui ti invierà il traffico in target che stai cercando. È una situazione win win win.
  • Costi più bassi per le campagne su Google Ads. Se vuoi avviare una campagna su Google Ads, puoi puntare alle keyword a coda lunga per ridurre i costi.

Scegliere le parole chiave a coda lunga e inserirle nel testo non è però sufficiente. Per puntare alle prime posizioni di Google, devi anche creare un contenuto di qualità per il web, che sia percepito come il migliore sull’argomento.

Solo in questo modo riuscirai a sbaragliare la concorrenza e portare sul sito web del traffico di qualità.

Adesso sono sicura che non ti lascerai più sedurre dalle keyword short tail, che sono troppo competitive e ti portano traffico non targhetizzato. Le long tail entrano invece a pieno titolo tra i migliori strumenti per la SEO!

E tu? Hai già iniziato a trarre vantaggio delle parole chiave long tail? Condividi la tua esperienza nei commenti qui sotto.

Vuoi-raggiungere-la-prima-pagina-di-Google
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *